SOLE :SI,FINALMENTE!MA COME?

Aggiornamento: 30 giu 2020

Ci stiamo avvicinando all’estate, mai desiderata tanto dopo questi ultimi mesi bui e cupi, e certamente riusciremo a regalarci,se non una vacanza vera e propria,almeno qualche ora di spensieratezza su una spiaggia o su un bel sentiero. Ma saremo comunque esposti al sole! E siamo pronti a proteggerci adeguatamente?

Non dimentichiamo che per ogni pelle c’e una protezione specifica, e non mi riferisco tanto all’indice di protezione che differenzia tra loro le creme solari, a mio avviso scarsamente utile, poco predittivo e spesso mal interpretato,quanto al fatto che sia necessaria una prescrizione CORRETTA di creme ed eventualmente di integratori per os . Eh sì, perché oggi disponiamo di formulazioni dermo-cosmetiche e farmaceutiche fino a pochi anni fa impensabi., il che ci permette di personalizzare al massimo la protezione solare in modo da trarne ogni possibile beneficio limitando gli inconvenienti. E per “inconvenienti” mi riferisco non solo al fastidioso eritema solare, reazione fastidiosa ma di veloce risoluzione, ma al processo di photoaging che inevitabilmente porta ad un danno cutaneo e quindi alla comparsa di macchie,rughe ed inestetismi di vario genere.

Pensiamo ad esempio alla pelle acneica o seborroica (non solo degli adolescenti! Anche la pelle degli adulti, se mal gestita o affetta da vere e proprie patologie, può presentare eruzioni cutanee): essa deve essere protetta tassativamente solo con creme cosiddette” oil-free”,cioè prive di sostanze oleose, specifiche per pelli con queste caratteristiche, pena un aggravamento del problema nei mesi a venire.Questo perché l’utilizzo di creme non specifiche può dare un effetto occlusivo che porta ad ipersecrezione sebacea, ispessimento dello strato corneo e di conseguenza una” sofferenza “ cutanea generalizzata che si traduce in colorito spento,e possibili iperpigmentazioni.

In questo periodo l’utilizzo dei DPI,ed in particolar modo delle mascherine, ha segnato un forte aumento dei casi di acne o dermatite periorale dovuto all’effetto occlusivo degli stessi, occlusione che porta ad un aumento della secrezione sebacea e della sudorazione Diventa quindi indispensabile ricorrere a prodotti non solo oil –free ma anche con potere lenitivo ed astringente.

Esistono poi molti tipi di creme solari dedicate alle persone con problemi di couperose e/o di acne rosacea,che sono patologie cutanee che,contrariamente a molte altre, non traggono beneficio dall’esposizione solare e che vanno protette con principi attivi in grado non solo di schermare i raggi UVA e UVB ma anche di controllare l’inevitabile vasodilatazione dovuta al calore che potrebbe far peggiorare il quadro clinico.

Ultimamente sono state formulate le cosiddette creme “intelligenti”, che alla protezione solare possono associare principi attivi con funzione antiage o anche depigmentante, specifiche queste ultime per pelli già con ipercromie.

Insomma, ad ognuno il suo solare! E non dimentichiamo che sole può essere anche un grande amico della pelle, se preso…a giuste dosi e con le dovute precauzioni.


9 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti